PREMIO SANDRO PERTINI

VINCITORE DEL PREMIO "Sandro Pertini" 2014

Liceo "F. D'Ovidio" di Larino 

COMMISSIONE REGIONALE ANTICORRUZIONE 

PREMIO “SANDRO PERTINI” 2015



"La corruzione è nemica della Repubblica"



Bando di concorso e regolamento



1. Per l'assegnazione del "Premio Sandro Pertini 2015" – Terza Edizione - è indetto il concorso “Cos'è la corruzione?”, rivolto alle scuole molisane, abruzzesi e pugliesi.



I concorrenti per quest'anno saranno gli studenti delle scuole superiori e potranno partecipare presentando:



Un inchiesta giornalistica sulla corruzione



2. Per partecipare al concorso, le scuole molisane dovranno iscriversi entro il 31 marzo 2015 trasmettendo il modello A, debitamente compilato, tramite posta elettronica all’indirizzo . corea.molise@live.it



3. Le scuole partecipanti e regolarmente iscritte dovranno trasmettere gli elaborati entro il 15 maggio 2015 tramite posta elettronica all’indirizzo corea.molise@live.it.



4. Tutti gli elaborati regolarmente pervenuti saranno selezionati da una Giuria, di cui sarà resa nota la composizione attraverso il sito della Commissione Regionale Anticorruzione (http://anticorruzione.jimdo.com). Il giudizio della Giuria è insindacabile.

5. Entro il mese di maggio 2015 sarà organizzata una manifestazione pubblica presso la scuola vincitrice per la consegna del premio e per la presentazione degli elaborati che saranno stati selezionati dalla Giuria.



6. Il miglior elaborato sarà premiato con un premio in denaro del valore di 100 euro o dell'equivalente in libri. Il premio andrà allo studente o al gruppo di studenti.



7. E’ obbligatorio per le scuole partecipanti sottoscrivere la dichiarazione contenute nel modello A, parte integrante del presente bando, con la quale si dichiara di aver preso visione del bando e di accettarne il regolamento e, in particolare, di accettare che i lavori presentati non saranno restituiti e rimarranno nella disponibilità della Commissione che potrà utilizzarli anche per altre iniziative senza fini di lucro, direttamente o indirettamente organizzate.



Il bando di concorso e ogni altra utile informazione sono pubblicati sul sito della Commissione Regionale Anticorruzione.-



Il Presidente

Dr. Vincenzo Musacchio

 


”La corruzione è una nemica della Repubblica. I corrotti devono essere colpiti senza nessuna attenuante, senza nessuna pietà. E dare loro solidarietà, per ragioni di amicizia o di partito, significa diventare complici di questi corrotti. Bisogna essere degni del popolo italiano. Non è degno di questo popolo colui che compie atti di disonestà e deve essere colpito senza alcuna considerazione. Guai se qualcuno, per amicizia o solidarietà di partito, dovesse sostenere questi corrotti e difenderli. In questo caso l’amicizia di partito diventa complicità ed omertà. Deve essere dato il bando a questi disonesti e a questi corrotti che offendono il popolo italiano. Offendono i milioni e milioni di italiani che pur di vivere onestamente impongono gravi sacrifici a se stessi e alle loro famiglie. Quindi la legge sia implacabile, inflessibile contro i protagonisti di questi scandali, che danno un esempio veramente degradante al popolo italiano”. (Sandro Pertini)